Trash the Dress

La moda del Trash the Dress è importata da oltreoceano e fatica a prendere piede qui in Italia, perché si scontra con una mentalità più tradizionalista, la nostra, rispetto a quella americana.

Trash the Dress significa letteralmente “distruggi il vestito” e si tratta appunto di un particolare servizio fotografico per matrimoni ormai consolidato negli USA.

Il servizio si svolge generalmente qualche giorno dopo il matrimonio o il giorno dopo e viene fatto in luoghi insoliti, in contrasto con l’eleganza e la delicatezza dell’abito da sposa, senza nessuna cura per quest’ultimo: anzi, più si rovina e meglio è.
I luoghi preferiti sono quelli dove c’è l’acqua (piscina, terme, mare) e gli scatti vengono fatti proprio con gli sposi immersi nell’acqua.

Il risultato sono fotografie molto creative e glamour comparabili ai servizi di moda, ma possono essere anche molto divertenti ed ironici.

Inoltre è un’occasione in più per la sposa di indossare l’abito invece di lasciarlo chiuso in un armadio. E poi non è proprio detto che alla fine sia da buttare...

Si tratta in sostanza di decontestualizzare l’abito stesso e portarlo in luoghi dove si gioca molto sui contrasti: vengono fuori delle immagini bellissime, un reportage dove gli sposi sono rilassati e hanno voglia di giocare con l’obbiettivo non sentendolo più un intruso ma rendersi complici di esso.

E voi siete pronte a “distruggere il vostro vestito”?

Certo che in questi tempi austeri sia difficile voler distruggere un vestito che ha un costo importante... e non volerlo custodire gelosamente come hanno fatto le nostre madri magari per una figlia. Futura...

Lascia un commento